Maria Di Pietro – Sulla fotografia della vita quotidiana d’una contagiata dal Coronavirus e l’immagine contaminata di un popolo nella civiltà dello spettacolo

Maria Di Pietro – Sulla fotografia della vita quotidiana d’una contagiata dal Coronavirus e l’immagine contaminata di un popolo nella civiltà dello spettacolo

ottobre 11, 2020

a Lei e Lei,
perché non hanno smarrito i baci al profumo di tiglio
e compreso che i corpi in amore hanno l’eternità dietro e davanti a sé…

« Le quattro direzioni saranno colpite dalla siccità e appariranno continuamente presagi di sventura. Le dieci azioni malvagie aumenteranno, in particolare la collera, l’avidità e la stupidità, e gli uomini non si preoccupe- ranno dei loro padri e delle loro madri più di quanto facciano i caprioli (…). Uomini devoti, nell’era della confu- sione e malvagità dopo la mia morte, il paese cadrà nella devastazione e nel disordine, gli uomini si deruberanno l’un l’altro e la popolazione sarò ridotta alla fame. A causa della fame a quel tempo molti uomini decideranno di lasciare le loro case [ per farsi monaci ]. Tali uomini si chiamano “zucche pelate”. Quando questa folla di “zuc- che pelate” vedrà qualcuno che cerca di proteggere il corretto insegnamento, lo inseguirà e lo caccerà, o addi- rittura lo ferirà o lo ucciderà. Questa è la ragione per cui io, adesso, do il permesso ai monaci che osservano i precetti di associarsi ai laici che portano spade e bastoni. E, anche se essi recano spade e bastoni, io li chiamerò uomini che osservano i precetti ».

Dal trattato, Adottare l’insegnamento corretto per la pace del paese, di Nichiren Daishonin, 1260

737 visualizzazioni
Gli anni più belli (2020), di Gabriele Muccino

Gli anni più belli (2020), di Gabriele Muccino

maggio 10, 2020

Una volta un tale incontrò Einstein e gli disse: “Io mi sveglio alla mattina alle cinque e annoto le idee”.
E Einstein: “Io no. Sa, io di idee ne ho avute al massimo una o due”.

996 visualizzazioni
Commentari sulla macchina/cinema nello spettacolo dell’Apocalisse

Commentari sulla macchina/cinema nello spettacolo dell’Apocalisse

maggio 10, 2020

agli otto lavoratori anarchici assassinati per lo sciopero del 1° maggio 1886 a Chicago,
che rivendicava la giornata lavorativa di otto ore per uomini, donne e bambini…
finì con la morte di sette agenti (uccisi dal fuoco amico) e centinaia di feriti…
vennero impiccati dallo Stato e in seguito riconosciuti innocenti…

“Conrad Veidt (ufficiale nazista): “Di che nazionalità siete?”.
Humphrey Bogart (Rick Blaine): “Ubriacone”.
Claude Rains (Louis Renault): “Allora siete cittadino del mondo”.
Dal film Casablanca (1942) di Michael Curtiz

641 visualizzazioni
Jean GENET – LE SERVE

Jean GENET – LE SERVE

maggio 09, 2020

(COMMEDIA IN UN ATTO)

1054 visualizzazioni
Gibran Kahlil Gibran – Il profeta

Gibran Kahlil Gibran – Il profeta

maggio 09, 2020

Edizioni Acrobat a dura di patrizio Sanasi
Traduzione dall’inglese a cura di Patrizia Sanasi e Laura Bernamonti

1068 visualizzazioni
Teatro popolare di Barracas, Buenos Aires 2014

Teatro popolare di Barracas, Buenos Aires 2014

marzo 01, 2020
4366 visualizzazioni
Hammamet (2020) di Gianni Amelio

Hammamet (2020) di Gianni Amelio

marzo 01, 2020

Noi non vogliamo essere dei giustizieri, ma dei signori senza schiavi che ritrovano, al di là della distruzione della schiavitù, una nuova innocenza, una grazia di vivere.
Si tratta di distruggere il nemico, non di giudicarlo”.
Raoul Vaneigem

1049 visualizzazioni
Tolo Tolo (2020) di Checco Zalone (Luca Medici)

Tolo Tolo (2020) di Checco Zalone (Luca Medici)

marzo 01, 2020

“Tutto ciò che serve per fare una buona commedia è un uomo, una donna e una pistola… questa occorre per sistemare il regista che non denuncia la tirannia della benevolenza… meglio fare allora l’assaltatore di banche che un qualsiasi film scemo”…

Anonimo Toscano

1078 visualizzazioni
Francesca Grispello. Sulle fotoscritture del corpo come anima in amore e l’iconografia della seduzione come fragilità della bellezza

Francesca Grispello. Sulle fotoscritture del corpo come anima in amore e l’iconografia della seduzione come fragilità della bellezza

marzo 01, 2020

alle magnifiche fanciulle delle fiumane di miele nei canneti fruscianti di vento e di sale…

“Sii paziente verso tutto ciò che è irrisolto nel tuo cuore e…
cerca di amare le domande, che sono simili a stanze chiuse a chiave e a libri scritti in una lingua straniera.
Non cercare ora le risposte che possono esserti date poiché non saresti capace di convivere con esse.
E il punto è vivere ogni cosa. Vivere le domande ora. Forse ti sarà dato, senza che tu te ne accorga, di vivere fino al lontano giorno in cui avrai la risposta”.

Rainer Maria Rilke

1451 visualizzazioni
Raoul Vaneigem – Trattato sul saper vivere. Ad uso delle giovani generazioni

Raoul Vaneigem – Trattato sul saper vivere. Ad uso delle giovani generazioni

febbraio 23, 2020

 

1040 visualizzazioni