Naviga per Categoria

Luis Buñuel. Il fascino discreto dell’anarchia

Inserito da serrilux

Luis Buñuel. Il fascino discreto dell’anarchia

a Renato Curcio e Margherita “Mara” a Cagol,
per quel senso della storia che hanno cercato di rovesciare… e le parole in amore, libertà e utopia sparse nei nostri sogni estremi, che debuttavano — tra lo stupore e la meraviglia — nel ritorno delle lucciole a maggio, quando niente era sacro e tutto si poteva dire e osare, sono stati i migliori anni della nostra vita… torneranno le cicogne a nidificare sui nostri tetti rossi e neri.

Indice
Fare la festa la cinema, di Enrico Grezzi
I L’età d’oro della rivolta 1929/1937
II L’incendiario dell’utopia 1938/1967
III Il fascino discreto dell’anarchia 1968/1977

 

Danilo De Marco. Sulla fotografia di resistenza e insubordinazione

Danilo De Marco Danilo De Marco Danilo De Marco Danilo De Marco

Pedro Luis Raota. Sulla fotografia dell’assurdo

Pedro Luis Raota Pedro Luis Raota Pedro Luis Raota Pedro Luis Raota

James Natchwey. Sulla fotografia del dolore e le lacrime dei vinti

James Natchwey James Natchwey James Natchwey James Natchwey