Naviga per Categoria

I giorni del vino e delle rose

Inserito da serrilux

Testo Pino Bertelli, musica Massimo Panicucci

I giorni del vino e delle rose*

I giorni del vino e delle rose
ci sfilano accanto
come in un film
in bianco e nero

e le mani tremano
attaccate a un bicchiere
e non riesco a guardare
il tuo amore che muore

I giorni del vino e delle rose
sono muri di cartone
che mi cadono addosso
con un gatto affamato

Ma voglio rinascere
con questa luna blu
e butto nel mare
il dolore che è in me

I giorni del vino e delle rose
sono il tuo sorriso
che voglio ritrovare
accanto alla mia vita

Vedrai che sono vivo
e riconosco la gioia
che so piangere ancora
d’amore per te

I giorni del vino e delle rose
sono come un vecchio film
che non so scordare
ma che sono riuscito a vincere.
20 volte gennaio 1993

* I giorni del vino e delle rose (1962) è il titolo di un film di Blake Edwards, ma questa è un’altra storia, forse.

 

 

Pedro Luis Raota. Sulla fotografia dell’assurdo

Pedro Luis Raota Pedro Luis Raota Pedro Luis Raota Pedro Luis Raota

Diane Arbus. L’Angelo nero della fotografia in anarchia

Diane Arbus Diane Arbus Diane Arbus Diane Arbus

James Natchwey. Sulla fotografia del dolore e le lacrime dei vinti

James Natchwey James Natchwey James Natchwey James Natchwey

LIU XIA: Sulla fotografia dei diritti umani

LIU_XIA_08 LIU_XIA_07 LIU_XIA_06 LIU_XIA_05